Filtro
  • L'ASD Massa Lubrense calcio augura a tutti Buon Natale e felice anno nuovo

  • Gli allenamenti natalizi

    A.S.D. MASSA LUBRENSE calcio
             
    Allenamenti periodo festività natalizie
             
    Lunedì 23/12/2013 Allenamento 10,30 1^ sq.
    Lunedì 23/12/2013 Allenamento 15,30 Scuola calcio
    Lunedì 23/12/2013 Allenamento 17,00 Esord. e Giov.
    Martedì 24/12/2013 Allenamento 10,30 1^ sq.
    Martedì 24/12/2013 Allenamento 11,00 All. e J.es
    Venerdì 27/12/2013 Allenamento 8,30 J.es
    Venerdì 27/12/2013 Allenamento 10,30 Allievi
    Venerdì 27/12/2013 Allenamento 15,00 1^ sq.
    Venerdì 27/12/2013 Allenamento 17,00 Esord. e Giov.
    Sabato 28/12/2013 Allenamento 10,30 Allievi
    Sabato 28/12/2013 Allenamento 15,00 1^ sq.
    Sabato 28/12/2013 Allenamento 17,00 J.es
    Domenica 29/12/2013 Amichevole da definire 1^ sq.
    Domenica 29/12/2013 Allenamento 15,00 Allievi
    Domenica 29/12/2013 Allenamento 17,00 J.es
    Lunedì 30/12/2013 Torneo 9,00 Scuola calcio
    Lunedì 30/12/2013 Allenamento 15,00 1^ sq.
    Lunedì 30/12/2013 Allenamento 17,00 Esord. e Giov.
    Lunedì 30/12/2013 Allenamento 18,30 All. e J.es
    Giovedì 02/01/2014 Allenamento 15,00 1^ sq.
    Giovedì 02/01/2014 Allenamento 17,00 All. e J.es
    Venerdì 03/01/2014 Allenamento 15,00 1^ sq.
    Venerdì 03/01/2014 Allenamento 17,00 Esord. e Giov.
    Venerdì 03/01/2014 Allenamento 18,30 All. e J.es
    Sabato 04/01/2013 Allenamento 10,30 Scuola calcio
    Sabato 04/01/2013 Campionato 14,30 1^ sq.
  • A U G U R I

  • Massa: vittoria griffata ancora Aiello-Cacace

    Massa calcio - Eclanese 1932; 2 - 1 ( 2 - 0 )

    Massa: Fiorentino; Cantilena; Apreda; Cuomo ( dal 46° Cestaro ); De Luca; Siniscalchi; Iovino ( dal 70° Volpe ); Vinaccia ( dal 76° Cappiello ); Russo; Cacace; Aiello - In panchina: Iaccarino; Di Palma; De Maio; Marrone - All. Gargiulo Luigi

    Eclanese: Caruccio; Bellofatto ( dal 70° Penta G. ); Sirignano; Salierno; Villacaro; Scaringi; Vecchione; Tammaro; Squitieri; Ruggiero; De Stefano - In panchina: Cucciniello; Jonathan; Capobianco; Penta M.; Cocquio - All. Izzo Giuseppe

    Aribitro: Renzullo di Torre del Greco

    Assistenti: Russo di Napoli e Sorge di Ercolano

    Reti: 17° Aiello (ML); 32° Cacace (ML); 92° Squitieri (E)

    Ammoniti: Aiello e De Luca (ML); Villacaro (E)

    Se sette giorni fa il Massa ha fatto soffrire in rimonta, preferendo il risultato al gioco, quest'oggi ha fatto di tutto e di più. Ha fatto vedere di che pasta è fatto, annichilendo gli avversari, ha segnato, ha divorato palloni che avrebbero meritato miglior sorte e, soprattutto, ha reso i tre minuti di recupero incandescenti offrendo agli ospiti una marcatura che sapeva di film horror. Cronaca: Primo tempo tutto di marca nerazzurra. 1° Iovino se ne va sulla fascia destra, Russo fa spazio ad Aiello che si esibisce in rovesciata; alto. 13° tiro centrale di Cacace, Caruccio respinge corto arriva Aiello e segna, ma l'arbitro annulla per posizione di fuorigioco. Il Massa non lascia spazi agli irpini e passa in vantaggio al 17° con Aiello che risolve un batti e ribatti sottoporta in scivolata. Il vantaggio non calma i ragazzi di mr. Gargiulo che continuano a premere sull'acceleratore. 24° l'onnipresente Aiello pressa Scaringi che perde palla, il cross del ritrovato bomber massese è per Cuomo che calcia però alto. 29° Russo dalla sinistra prova il tiro rasoterra verso il palo lontano, Caruccio respinge a mano aperta. 32° il raddoppio. show di Cacace sulla trequarti, salta almeno tre avversari in slalom e si presenta al tiro. Micidiale la rasoiata alla destra di Caruccio. Al 38° Ruggiero è lanciato a rete, ma un ottimo recupero di Apreda gli soffia il pallone. E' praticamente l'unica vera sortita in avanti dell'Eclanese. Ripresa. Dentro Cestaro per un appesantito Cuomo, il Massa resta inalterato negli equilibri, ma lascia un pò più di spazio alla manovra ospite. 4° punizione dalla trequarti centrale di Tammaro, ottima esecuzione ma scarsa precisione. Ed ora comincia l'elenco dello sciupio nerazzurro in fase realizzativa. 14° corner dalla destra di Cacace per la testa di Russo, palla che sfiora la traversa. 17° grande intuizione di Iovino che ruba la sfera al diretto avversario, s'invola verso la porta e solo davanti al portiere calcia incredibilmente fuori. 28° Aiello se ne va sulla sinistra, allungo per Cacace, assist sottoporta che nessuno degli avanti massesi sa sfruttare. 35° Russo smarca splendidamente Cestaro che cicca malamente la conclusione. 36° Cacace offre a Russo l'ennesimo assist, ma Sirignano salva sulla linea. 37° ancora azione gol sull'asse Cacace-Russo, palla al iberissimo Volpe che a porta sguarnita calcia fuori. 40° Russo libera Volpe al tiro, respinge d'istinto Caruccio e Cestaro sballa l'ennesima opportunità. 44° sempre Russo in versione assistman, questa volta per Cacace che a due metri dalla linea di porta colpisce la traversa. Gara finita? Macchè, il Massa decide di rendere il finale da triller. Corre il secondo minuto di recupero quando Ruggiero salta in velocità Apreda e serva palla nell'area piccola, Squitieri ferma addirittura il pallone e poi calcia a rete. Il Massa decide che può bastare così, l'Eclanese non ha più tempo per la rincorsa, ma le coronarie hanno avuto il loro da fare per tenersi a posto. La sagra del gol sbagiato finisce qui. Massa con tre punti in più nel carniere ed un girone di andata chiuso insieme al 2013 in bellezza. Per la lettera a Babbo Natale certamente mr. Gargiulo chiederà in regalo qualche mirino nuovo.

  • Massa: vittoria col batticuore

    C'erano solo da prendere i tre punti, nient'altro: non importava il gioco, non interessava chi segnasse, bisognava solo vincere. E così è stato, ma quanta fatica e quanta suspence in quei novanta minuti. Privo di due dei componenti della nuova mediana (Cestaro, squalificato e De Stefano, infortunato), mr. Gargiulo è ancora una volta costretto a reinventarsi una formazione e questa volta lo fa con una trazione nettamente anteriore. L'imperativo è vincere. Ma ancora una volta il Massa del primo tempo si rivela "Mister Hyde" (copyright by Cestaro), brutto e incapace di imbastire una vera azione pericolosa lasciando il neo nerazzurro Russo a guardarsi la partita da solo lì davanti. Il Calpazio si fa vivo subito, al 2° Ariete in area si libera al tiro, vola Fiorentino alla deviazione in angolo. Risponde subito Cacace con una conclusione che sfiora il palo alla destra di Bufano. E' il 17° quando il centrocampo massese incappa in una disattenzione che costa cara: Ariete lancia lungo dal cerchio per il velocissimo De Cesare che con un pallonetto in corsa supera Fiorentino. Gol importante per i locali che li rilancerebbe da un'asfissiante classifica. Si aspetta la reazione massese che non arriva, anzi lascia campo aperto agli sfoghi granata. 34° ancora palla persa a centrocampo, dove Montera intercetta un passaggio di Cacace, lancio sull'out destro per De Cesare che tenta il bis, ma questa volta il pallonetto termina fuori. 37° Ariete pesca Discepolo sulla corsia destra, conclusione fuori. Al termine dei primi quarantacinque minuti la regia della gara decide che è tempo di sostituire Mister Hyde con il suo alter ego. E il Massa diventa Dottor Jekill. Subito dentro Siniscalchi per meglio quadrare la difesa, fuori Cappiello apparso troppo sbadato (anche comprensibile, visto che in fase di emergenza sta coprendo un ruolo non suo). E il Massa parte subito forte. 1° punizione dalla trequarti destra di Cacace per la testa di Russo, la girata a rete è deviata in angolo da Iuliano. 8° punizione centrale per fallo su Aiello, Russo aggira la barriera sfiorando la base del palo. 11° ancora punizione di Cacace verso Russo, la girata va a colpire la traversa, riprende il numero nove massese ma la mira non è delle migliori. Al 18° forse l'episodio chiave dell'incontro: l'arbitro espelle contemporaneamente allenatore e massaggiatore nerazzurri. La spiegazione? Non pervenuta. In panchina resta il Presidente De Gregorio che di colpo diventa il responsabile delle sorti dell'incontro (battuta). Al 20° espulso Minella per gioco falloso. La calpazio sotituisce De Cesare, spina nel fianco della difesa massese, e lancia D'Angelo, il Massa cambia uno Iovino privo di spunti con il pari età Volpe. E si riprende ad un solo indirizzo: la porta capaccese. 26° Aiello divora una clamorosa occasione calciando addosso a Bufano. 30° dentro De Maio per uno stanco Cuomo ed è proprio il neo entrato che nell'arco di tre minuti stravolge la partita. Prima (è il 36°) regala un pallone d'oro tra le braccia di un incredulo Bufano, poi (al 39°) effettua un passaggio filtrante per l'inserimento centrale di Aiello che stavolta non sbaglia infilando il portiere alla sua destra. Il pari carica ancora di più il Massa, mentre il Calpazio cerca la difesa ad oltranza. Corre l'ultimo minuto, quando Cacace parte sulla fascia sinistra ed infila Bufano sul palo più lontano. Il recupero passa tra le contestazioni del pubblico locale nei confronti della terna arbitrale, rea (secondo il loro punto di vista) di aver convalidato il vantaggio massese in fuorigioco. E adesso continuità. Sabato è attesa l'Eclanese, in una gara che potrà e dovrà tirare fuori il Massa dalle sabbie mobili che ancora lo attanagliano e per regalare un Natale più sereno (sportivamente parlando) a quanti seguono con passione le sorti nerazzurre anche nelle trasferte più lontane come qualla di ieri.

    Calpazio - Massa Lubrense: 1 - 2

    Calpazio; Bufano, Iuliano (dall' 87° Di Marco), Minella, Mantera, Di Poto, Di Falco, Discepolo, De Falco, De Cesare (dal 69° D'Angelo), Ariete, Frunzo. Allenatore: Balzano.

    Massa Lubrense: Fiorentino, Cantilena, Apreda, Cappiello (dal 46° Siniscalchi), De Luca, Cuomo (dal 75° De Maio), Iovino (dal 70° Volpe), Vinaccia, Russo, Cacace, Aiello. Allenatore: Gargiulo.

    Arbitro: CAPUTO di Benevento.

    Reti: 17° De Cesare; 84° Aiello; 89° Cacace.

    Ammoniti: Cacace e Vinaccia (ML); Iuliano, Discepolo, De Cesare, Frunzo, Di Marco e D'Angelo (direttamente dalla panchina) (C).

    Espulsi: 63° allenatore e massaggiatore del Massa; 75° Minella

  • Benvenuto

    E' ufficiale. Tanto tuono che piovve, Giulio Russo è un giocatore del Massa calcio. Dopo una lunga attesa dovuta soprattutto alla chiusura del suo rapporto con il Vico Equense (alias Real Hyria Vico Equense) il bomber metese arriva in nerazzurro per mettersi a disposizione di mr. Gargiulo e dei suoi nuovi compagni. Già da qualche tempo Giulio ha vissuto lo spogliatoio massese, conoscendo e dando nuova carica all'ambiente. Nato calcisticamente nel Sorrento della rifondazione negli anni '90 di Carletto Cuomo, ha calcato tanti campi di importanti società (Juve Stabia, Savoia e Turris su tutte). Oggi ha deciso di vestire il nerazzurro per dare il suo contributo al Massa che ha bisogno di riprendersi quel campionato che tra alti e bassi fa soffrire, e non poco, quanti lo seguono. La dirigenza, inoltre, ringrazia il Sig. Volpe Giovanni, per la preziosa collaborazione offerta affinchè Giulio Russo indossasse la casacca massese. Benvenuto Giulio e ad majora

  • Massa: sei imprevedibile

    Nonostante i cerotti (medici e federali) il Massa ferma la capolista Angri in una gara a due facce. Primo tempo da schiaffi, secondo da incorniciare. L'incontro serve ad entrambe le compagini, ma al Massa di più vista la precaria situazione attuale di classifica. Un centinaio di supporter grigiorossi seguono la squadra e fanno bella coreografia in un "Cerulli" che si presenta blindato, visto il gran numero delle forze dell'ordine presente. Ospiti privi dell'ariete Montaperto "scaricato" nel mercato novembrino, Massa senza Aiello e Fiorentino, appiedati dalla squalifica per quarta ammonizione, oltre a Ferrara che ne avrà ancora per un bel pò in considerazione della lunga ed iniqua squalifica inflittagli in quel di Scafati. All'appello mancano anche i due Gargiulo, Vincenzo passato ai cugini del Sant'Agnello e Rodolfo ancora alle prese con noie muscolari. Mr. Gargiulo fa di necessità virtù e schiera tra i pali l'esordiente Iaccarino, solita difesa a quattro con Cantilena a destra, Siniscalchi a sinistra ed il duo De Luca - Cappiello come centrali. a centrocampo giostrano Cestaro - De Stefano e Vinaccia, tra le linee Cacace e Volpe, di punta l'acciaccato ma presente all'appello Apuzzo. Si parte con le due compagini a studiarsi per un byin quarto d'ora. Rompe gli equilibri D'Ambrosio con un tiro dai venti metri che il portiere massese para a terra in due tempi. Al 19° l'Angri passa in vantaggio, tiro a giro di Ferraioli che Iaccarino immobile calcola malamente fuori ed invece pallone in rete. Nemmeno il tempo di esultare ed il Massa avrebbe pareggiato le sorti con Apuzzo, ma l'arbitro annulla per fuorigioco di Volpe. L'angri preme sull'acceleratore e gioca con una fitta rete di passaggi che i nerazzurri non riescono a controllare. Al 33° show arbitrale: Schettino subisce fallo a limite area e la palla termina a Ferraioli che segna dopo il fischio arbitrale. Il direttore di gara prima assegna la punizione, poi cambia idea e regala il gol, quindi ritorna sulla sua decisione e riassegna la punizione. Papocchio che si conclude con un nulla di fatto. Ma l'Angri c'è e il Massa no. 41° Ancora Ferraioli in contropiede infila dalla destra Iaccarino questa volta incolpevole. Potrebbe ancora andare a segno l'undici ospite, ma la difesa massese ci mette tamponi a tutta forza. Spogliatoi roventi quelli nerazzurri, mr. Gargiulo striglia i suoi ragazzi a dovere e quello che rientra in campo per affrontare la seconda parte dell'incontro è un altro Massa. 4° punizione dalla tre quarti destra di Volpe, sulla girata di Cantilena De Sio e Liguori tamponano a un metro dalla linea di porta, Cestaro sceglie il retropassaggio invece di indirizzare a rte e l'azione sfuma. 8° prima Apuzzo e poi VOlpe tentano la via del gol, ma ancora De Sio e Liguori salvano. Il gol è nell'aria, il Massa è padrone del campo e l'Angri è in affanno. 9° Volpe crossa lungo dall'angolo a destra, De Stefano di testa serve Cestaro che marca il suo terzo gol stagionale. Il Massa insiste alla ricerca del pari e l'Angri sbanda. 16° De Stefano crossa dalla sinistra e capitan Cacace è un falco che non fallisce la preda. Massa in estasi, Angri in bambola. Al 20° il Massa ha l'occasionissima per ribaltare completamente il risultato, ma questa volta i tentativi di De Stefano e Volpe trovano sul loro cammino ostacoli a forma di barriera umana. Di colpo la gara ritorna sui binari di come era iniziata, il Massa si cautela dopo la sfuriata vincente e l'Angri è troppo stordito per accennare ad un vero forcing risolutore. Dalla polvere all'altare, il Massa di oggi, in versione double face, ha comunque ritrovato tre ragazzi che daranno il proprio contributo fino alla fine del campionato (Cuomo, De Gregorio e Iovino). Domenica si va a Capaccio e chissà se Babbo Natale anticipi il suo regalo nerazzurro sotto veste di nuovi arrivi.

  • Un passo avanti e uno indietro

    Dopo la bella e convincente prova di sette giorni fa, ci si attendeva un Massa convinto di far risultato in quel di Palma Campania e, invece, nuovo passo indietro con sconfitta figlia di una gara insipida e priva di mordente. Tra infermeria, squalifiche ed indisposizioni dell'ultima ora, mr. Gargiulo racimola un undici che sulla carta dovrebbe essere di lotta, ma che alla fine si rivela insufficiente in tutti i reparti. Uomini contati dunque e di meglio non si può mettere in campo, ma un pò di grinta in più, soprattutto nella fase finale, avrebbe dato un mezzo sorriso che di questi tempi sarebbe stato oro colato. Dopo aver osservato un minuto di raccoglimento in ricordo del quattordicenne toscano morto sul campo di gioco il 24 novembre scorso, le "ostilità" partono a basso livello. Niente da segnalare fino al 22°, quando De Luca trattiene oltremodo uno scatenato Nappi, si becca il giallo e concede alla Palmese un giusto calcio di rigore. Sul dischetto Della Marca non perdona, Fiorentino va a sinistra e la palla si insacca alla sua destra. Il Massa reagisce. 32° angolo dalla sinistra di Volpe indirizzato verso l'area piccola, Merone respinge di pugni e Cacace calcia fuori da buona posizione. Al 32° è il Nappi moment: il centravanti rossonero si inventa un gol strepitoso. Dalla lunetta fa partire un tiro che va ad insaccarsi all'esatto incrocio dei pali alla sinistra di uno stupefatto Fiorentino. E' standing ovation anche da parte dei sostenitori massesi. Cinque minuti più tardi lo stesso Nappi fa gridare al gol con un tiro a volo che sfiora il palo basso. Al 39° si rifà vivo pericolosamente l'undici nerazzurro. Combinazione Cantilena - Vinaccia sull'out destro con cross a rientrare di quest'ultimo per Aiello, anticipato all'ultimo respiro da Leo che alza sulla traversa. Dall'azione nata dall'angolo successivo, De Luca smarca ancora Aiello che solo davanti al portiere gli scarica addosso il pallone. 44° Fiorentino è bravo a respingere di piede sul tiro di Ambrosino. La ripresa vede subito in campo Siniscalchi per De Stefano, nella ricerca di migliore assetto difensivo. Il Massa spinge per cercare di riaprire la partita. Ci riesce all'8° con un gran gol di Cappiello. Punizione poco fuori area palmese, batte il numero quattro massese, la barriera respinge, riprende Cappiello a volo ed insacca nonostante il disperato tentativo di Merone. Mancano ancora trentacinque minuti (un'enormità) per cercare di riportare l'incontro su un più equo pareggio, ma proprio ora la gara sparisce nel nulla. Le due compagini si affrontano nei sessanta metri e lì restano per tutto il tempo senza creare altri pericoli alle rispettive difese. Alla Palmese va bene, ma il Massa ha il grosso demerito di non aver creduto in una possibile rimonta, privo di idee e svogliatamente assente in fase di attacco.

  • Lutto

    L'ASD Massa Lubrense, colpita dalla scomparsa dell'amico RUOCCO Stefano sospende gli aggiornamenti. Alla grande famiglia vanno le più sentite condoglienze di tutti quelli che operano nell'associazione. In ricordo di Stefano, il Massa osserverà un minuto di commosso raccoglimento nel pre partita di sabato prossimo, indossando il lutto al braccio. Ciao Stefano sarai sempre con noi

  • Massa Lubrense - Calpazio: 3 - 0

    Sabato 8/12 ore 14.30 Campo Comunale "Marcellino Cerulli" - 13^ giornata del Campionato di Eccellenza Girone B : Massa Lubrense - Calpazio

powered by the boss webdesign